Il lavoro è una truffa

Vivere scrivendo, poter vivere essendo pagata per scrivere è una cosa bellissima, e non solo per me. Impossibile? Certo difficile in questa temperie. Eppure il PIL sale, la luce in fondo al tunnel si vede (anche se io resto convinta che quelli siano i fari di un treno AV), i contratti a tempo indeterminato aumentano! Se si possono chiamare così i contratti a tutele crescenti, quelli che ti assumo e non mi costa nulla licenziarti anche se sulla carta sei a tempo indeterminato. Che di indeterminato qua è rimasto solo il nostro futuro. E guai a chi osa (come Tsipras) far notare che i paesi dell’area mediterranea, Italia compresa, stanno sulla stessa barca… mica siamo la Grecia noi eh… a quest’ora avremmo un governo degno di questo nome!

Insomma, si cerca lavoro, si fa fatica, i pensieri ce li abbiamo tutti, ci si trova sommersi da annunci di lavoro improponibili, e tra questi c’è una percentuale di truffe che non saprei quantificare. Sta di fatto che cercando online si trovano diverse guide per riconoscere tali truffe, e ci sono anche pagine su FB per segnalarle…

Non è allettante un’offerta come “responsabile di redazione”? Effettivamente lo è… anche se l’annuncio è anonimo (primo segnale) e non spiega come dovrebbe qual è il lavoro che si andrà a fare (secondo segnale). Allora che si fa? Si prova a rispondere all’annuncio e quando la risposta dell’offerente è molto celere (mezz’ora?) arriva il terzo segnale. Inviamo il CV e chiediamo chiarimenti, che chiedere non costa nulla. Neanche due ore e ti chiamano, il numero risulta quello, il sito è online, con annunci pubblicitari e un sacco di articoli che chissà chi li scrive e chissà quanto e se viene pagato. Il sito è avviato, la ragazza che se ne occupa ha trovato lavoro (lapsus? ah forse un altro lavoro, perché questo è un lavoro giusto?) e non può gestirlo (ma non si guadagna bene?), colloquio non sanno cosa sia ma mi dicono che si tratta di gestire il sito, “scrivere, scrivere, scrivere” e cercare anche sponsor perché si sa ormai guadagnare col giornalismo non è più possibile. Eh maledetti idealisti! Ma già degli sponsor ci sono, l’unica cosa è che il sito costa, 50 euro, dopo cinque minuti diventati 45, al mese e allora si fa a metà 25 ce li metto io, il guadagno e tutto mio… (QUARTO SEGNALE!) se guadagno 1000 sono i miei. Ecco, è il se. Quanto posso guadagnare gestendo una redazione che non c’è, su un sito che probabilmente è solo acchiappa click, che contratto è? A progetto come scritto sull’annuncio? Eh ma poi la ragazza che gestisce per ora non la posso conoscere, devo fare come se non ci fosse. Perché? Perché siamo atomi, ed è come in quella canzone di Silvestri, ancora più semplice (“Però così succede che gli schiavi si conoscono, si riconoscono, magari poi riconoscendosi succede che gli schiavi si organizzano e se si contano allora vincono”).

Nel momento in cui scrivo l’annuncio è stato visualizzato 164 volte. Ipotizzando che abbia risposto una metà e saranno sicuramente di più, subito ricontattata… supponiamo che una metà dica va bene, perché la risposta la vogliono presto, ché “se a Roma non c’è lavoro, mi dicono che a Messina non è meglio” (quinto segnale)… fanno 2050 euro per il primo mese… mica male per un sito web!

Poi magari mi sbaglio e ho perso l’occasione della vita… sarei diventata una giornalista-imprenditrice con un piccolo investimento iniziale (che poi c’è anche la sede da prendere perché ci vuole eh!) intanto Kunta Kinte…

scrivo per me stessa, sul blog, e ci guadagno, in salute e dignità.

Annunci

One thought on “Il lavoro è una truffa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...