Video

Terre Libere

Senza fare rumore arrivo nel silenzio di questa città
che dorme da cento anni almeno, che niente può svegliarla o c’è chi pagherà.
E vengo stordito dall’incanto, dall’aria che respiro che sa di casa mia,
è amara come l’acqua del mare che devo oltrepassare per giungere da te.
Ti odio amata mia!!
Ma sono nato qui, non posso vivere
lontano dalle vie di terre libere
e puoi sfidare il mare, dimenticar l’odore,
di terra che è bruciata dal sole e dal dolore,
dal sole e dal terrore.
E quante vittime per togliere la voce di gente che ti vuole bene
e nascondere dietro un favore un diritto che dovevo avere.
E ancora oggi versi lacrime!!
Ma sono nato qui, non posso vivere
lontano dalle vie di terre libere
e puoi sfidare il mare, dimenticar l’odore,
di terra che è bruciata dal sole e dal dolore,
ma oggi non si muore…
E sono nato qui dove tutto succede,
la gente non ricorda e tutto passa indifferente,
su terre libere, su terre libere.