Miscellanea Porno Riviste

Non sapendo che fare, scazzata all’inverosimile, mi son rimessa ad ascoltare tutte le canzoni dei Porno Riviste, leggendone i testi. Da tutto questo delirio è uscita fuori la rassegna che segue, dettata dalle emozioni, si fa per dire, del momento.
Ad imperitura memoria.

E come un faro nel mare io sono pirata tu cosa sei

L’ambiente qui è cupo come un acido in pensione

Non ne posso più di quello che pensi e di quello che fai
Di come ti muovi ciò che mi chiedi e ciò che mi dai
Non ne posso più…
Non ne posso più, tu semini angoscia ma come stai?
Nessuno sognava la tua venuta adesso né mai
Statemi lontano non so più come mi chiamo
Ma vivevo molto meglio fino a che
Capissi che davanti a tutto c’è qualcosa che va spinto
E va tenuto il più possibile lontano dov’è…lontano da me!
Non calcolo più le volte che ho detto adesso o mai più
Ma il gioco finisce e chi non svanisce sei solo tu…
Non ne posso più!!

Ti vedi nudo
Nel silenzio di un istante solo e c’è
Di fronte a te
Un ego senza se
Ti fissa coi suoi sguardi intensi
Come per ipocrisia
Invece è solo
Pura pazzia
Ma tu non guardi dentro a quello specchio
Dove il vero è solo un eco
Che proviene dalla fantasia
Seguine la scia…

Ti senti chiuso in un istante solo
È buio intorno a te
Ma sai che c’è
Il tempo e i tuoi perché
Per meditare e per capire quale luce accendere
Se dentro lui o dentro te
Sei dentro a lui e non riesci a spingerlo
E rimpiangi i tuoi perché
Ti costa solo la tua vita e
Te ne fotti e sai perché
Ti scoppia un brivido, il rimpianto
La follia e l’ipocrisia
Di quella situazione un po’ lascia!

È tutto uguale è tutto così
Quando va bene pensalo bene ma bene ma
Comunque tutto quanto è così
Quando va male pensalo male ma male ma
Siccome tutto quanto è così
Ho chiuso gli occhi ma non è andato via
Dunque vado tanto lo so
Dovunque vado sono già stato o non stato ma
Poi intanto che sto qui e penso a cosa c’è
O a ciò che se n’è andato e valuto cos’è
Ma si mischiano le facce che spaccano i minuti
Finchè non so cos’è
C’è solo un posto dove non si va
Il posto è cupo e puzza di vomito vomito
Quando sto bene so io dov’è
Quando sto male confondo i liquidi liquidi e poi…

Questa è la valle del lamento

Niente di nuovo niente di bello
niente mi toglie da questa tomba

ma adesso che ho capito sai
lasciami stare se mi vuoi
o stammi lontano
sennò son guai
non dire palle
non le bevo
ormai ho capito che son vivo
dalla luce negli occhi miei
negli occhi miei
tu già lo sai
che c’è un perchè
ma non sai cos’è
le mie speranze
le mie pazienze
son già finite
ma non sai perchè
c’è rabbia dentro me

non sono niente
ma tu non sei nessuno
stammi vicino
facciamoci del male
sogno o vendetta
come concetto è uguale.

la tua innata natura
ti segue e te ne vai
li nel buio della notte
tra barboni e marinai

anima
meglio per te
se non sei qui con me

Vorrei vedere se le stelle sono tanti soli
per capire se soltanto io sto male
in questo mondo
pieno di follie e avversità

Non conta più nessuna opinione
non conta più la meta qual è
se c’è qualcuno che ti comanda
sputagli in faccia e spiegagli che

Noi facciamo quel cazzo che vogliamo

Fino da bambina le menate
quello che si pensa e che si fa
sacchi di quintali di cazzate
la tua educazione è questa qua
a casa a scuola in chiesa o con gli amici
niente sta al suo posto e a te non va
sto aspettando il lupo e la vendetta
voglio il bosco e voglio la città

piangi sulla tomba di qualcosa che ho sepolto
sulla tomba della femminilità

Sono perso nell’illusione
di aver vinto una conclusione
e volo stanco come un corvo
è meglio morto e non più ferito
da un orgoglio che ormai è infinito
sto scoppiando dentro o forse no

Sono stufo voglio saltare
e non guardarmi da subnormale
son convinto di esserne uscito
come i tagli di un film sbiadito.

Comunque sono solo cazzi miei.

ma dai
lo sapevi e già lo sai
qui ogni cosa si consuma
nell’attesa ognuno fuma
saluta e poi va
ma la meta dove sta
non c’è calma ne pazienza
ma una data di scadenza
comanda su

Banke nazi e polizia
la mia vita gettan via
il mio paese puzza e non è colpa mia
questa gente è una menata
vite neanche incominciate
sullo skatto io ci sputo
me ne sbatto e ti saluto!
Si lo so non cambia niente
mia ho il pogo nella mente
Si lo so non cambia un kazzo
io mi piego e non mi spezzo

Guardo nel buio
Pesto oltre una siepe
C’è un gatto con le ali
Che mi insegue

Guardo i pensieri
Per descrivere
Non riesco più a sorridere
Senza limite

Vivo in uno spazio limitato
Come un buco in mezzo a due città
Non mi è mai piaciuto quasi niente
Esco ma non so dove si va

In una distesa di fantasmi
Sento il vuoto o la complicità
Quanti topi chiusi nei locali
Quello che mi piace non si fa

Passano i minuti intanto scoppiano
I tuoi amici intanto tutti quanti
Chiedono qualcosa che non c’è
Facce che galleggiano in un
Liquido infettato ma non
Muovi neanche un dito finchè
Non anneghi te

Non mi fido quasi di nessuno
so che cosa vogliono da me
lati positivi e negativi
di una lotta inutile finchè

Piove vomito sulla mia dignità
Se ti sputo sono vivo

Quando sei la sabbia
Sono l’acqua
Tu sei fango e sai
Che se diventi neve
Sono il sole
E tu sei sciolto e poi

Quando tu sei questo sono quello
E non è bello dai
Gente che ti aspetta tu che scappi
E dove cazzo vai?

Ma che immagini
che cazzo ti agiti
che noia cosmica
qualcuno sta scavandoci le tombe
ma abbiamo fuoco
abbiamo bombe
non ne posso più
io non ne voglio più
di mesi inutili
ci spaccano i ciglioni
ma non basta
non ho più tempo vendono il niente
finché sto bene scelgo io i miei guai
e tutto in base a quello che vuoi
so che mi manca
non so che cosa
ma è una scelta difficoltosa
sto aspettando aspetti con me?

problema è solo chi ci pensa agl’ attimi di debole
euforia e noia repressa

cerca una vita e gridi quello che pensi
e scrivi senza pentirti mai
se guardi in giù non puoi vivere senza indugi
fissa negl’ occhi e bruci chi non capisce mai

non sei una rarità e insegui mille voci
ti porta forti impulsi ma passano veloci
e non ti basta mai e non ti basta mai

so che in fondo è così
è un castello di sabbia
e noi siamo li
mantieni la calma e scegli uno stile
ma buttalo giù
no non finisce qui
la sfida dell’uomo all’ M.I.B.
la voglia di vita
uccide gli schemi
uccidi anche tu

questa è la mia gabbia ed è affollata di gente
con quintali di concetti che non dicono niente
si divide ciò che vedo solo in buoni e cattivi
e tante volte non distinguo più i defunti dai vivi
poi tutto è calcolato
su un bisogno comune
ma se poi non è comune chi mi da ciò che voglio
non mi piace il mio sistema
il tuo sistema è una fogna
la bottiglia è mezza piena o mezza vuota di sbocco
non penso
non invecchio
non accumulo un cazzo
c’è qualcuno che mi insegue
qualche cosa mi schiaccia

non senti i lividi, li vedi e non lo sai

e vedi
che è li vicino a te quel solito perché
che dice ancora "voglio stare senza una ragione"
e credi
a un unico perché in coma da favole
che spara ancora sulla storia di chi vive fuori

sai che quello che cerchi non è quello che vuoi
sembra un mistero se voli e non lo sai

è qui vicino non mi piace
il sistema e chi te lo vende
ma hanno vinto hanno usato
manifesti e televisioni
sono a capo di una folla
senza vita e senza emozioni

niente di buono niente di bello
niente mi toglie da questa tomba

a te non piacciono i miei modi ma va bene così

sai che se c’hai i soldi in gabbia non ci vai mai
cosa pensi
vi odio tutti quanti come voi odiate noi

e basta
l’attimo di un senso
cerchi di capire gl’altri
e non capisci più te stesso

Non voglio vincere più non vivere più
nella paura di vivere niente
non posso dirti di sì non voglio dirti di no
se tutto quello che ho intorno è il niente
non voglio più una teoria o una strada
neanche riscontri con la mia identità
nel mio destino non c’è più niente
e più niente ci sarà…
Sordo di giorno e solo di notte
sai che differenza fa?
solo riscontri con una propria coscienza

sai dopo cosa ti resta?

Non ho gusto nell’acquisto
ma c’ho gusto nella vita

Buoni sconto appesi ad un filo
come scopo di una vita

Mi odio non voglio
e mi perdo

Ti sei chiesto
cos’è il tuo vivere
ti distruggi
per non decidere

quando sono parole e non fatti
fatti una flebo di merda
e sarà lo stesso

quando fuori eri il mondo e dentro sei un cesso

non sei un circo di plastica e cartone sei una storia
o la tua delusione?

Osservo ascolto e ci vedo adesso voglio solo capire me stesso
mentre chi non mi capisce non mi sopporta perchè voglio restare da solo al freddo?

Spera sospira o dispera adesso
quando il buio avrà preso gli argini

la tua vendetta
adesso
è l’unica
cosa
l’esecuzione
di un’umanità
inchiodata
dalla stessa umanità
chissà chi sei?

non sai che il bene
è uscito a cena col male

e non spiegare come stai
perchè nessuno sa chi sei?
Chissà chi sei?
Se perdi tutto sai chi sei puoi fare tutto quel che vuoi
sputa su tutto il tuo futuro e il tuo passato
perchè da adesso non sarai più legato
a tutto quello che ti dai

i dadi giocano guidati dal niente

Ma ecco cos’è che comanda la politica
la polizia e una concezione statica
Di una vita monotona,
logica e classificabile
che divide la tua esistenza
dal mio concetto di favola.
E la tua volontà nasce dal panico
è logica o dignità o panico?
Siete così belli
visti da lontano
quasi tutti uguali
datevi la mano
siete come uniti
da un concetto solo
Meno male bambina mia
non ho mai avuto panico

Annunci

6 pensieri su “Miscellanea Porno Riviste

  1. ciao…so che non hai la minima idea di chi io sia..ma vengo in pace!XDero sul blog di travaglio e avevi fatto un intervento che m piaceva così ho visto che avevi il blog e ci ho fatto un salto..e ho ben presto scoperto che sei una fan dei porno riviste!!!!!!!!!!!!!mi ha fatto piacere trovare i testi sul tuo blog..XDcomplimenti!ti lascio con…stiamo bussando..in mutande da te..accendi il fuoco..indovina chi c’è..niente + accappatoio più nt guanti di lana…+ nt calze di cuoio finchè…..IN MUTANDE DA TE!ah…..suonano qst mese alla festa di radio onda d’urto…a bresciax info vai sul sito della festa..ciauz!e scusa ancora x la violazione della privacy=)

  2. Ciao Giulia, ti ringrazio per i commenti… =) Mi fanno piacerissimo, non ti preoccupare.Mi dispiace risponderti qua ma al tuo blog non mi fa accedere nè mi fa rispondere al messaggio, a causa delle impostazioni che hai messo… spero che tornerai a leggere sennò non so!Grazie ancora per i complimenti XD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...