non deliri, ma farneticazioni

insomma…ieri sera ho staccato il pc per esasperazione, verso me stessa…credo che il mio essere psicolabile si stia aggravando..ma tant’è…
in conclusione un pensiero mi venne, ma non volevo proprio riconnettermi…e vuoi mettere poi il piacere di scriverlo a penna, sul diario?per cui così ho fatto
per dovere di cronaca, spirito di autocelebrazione o goffo tentativo di mettere qualcosa di me, non chiaro, come sempre, lo riporto qui:

"Notte buia e tempestosa. Sto di merda.
Non cerco l’amore… è appurato. Semmai cerco qualcosa che è più simile ad una compresenza.
Come l’incontro tra il cielo e il mare, all’orizzonte. Così vicini e così lontani. Non si toccano ma sono bellissimi insieme. Non un legame indissolubile, ma un legame necessario. Sfiorarsi attraverso un occhio lontano. Essere lì ed essere dappertutto, sopra e sotto, in verticale e in orizzontale, nel tempo e nello spazio.
Condividere l’universo, ognuno nel suo modo, inseparabili seppur separati. Indivisibili nell’essere divisi.
Uniti senza unione. Fluttuare e splendere. Accogliere il sole dentro e rifletterlo tutto intorno. Tenere le nuvole e viverci insieme."

Cui prodest? mi si chiederà…boh…credo di averlo scritto per me, giusto per cercare di capirmi, spesso lo faccio, anche se il risultato è diametralmente opposto… e poi confondo anche le altre persone…ma vabbè…devo chiedere scusa a tante persone, qualcuna in particolare, ma ci sarà tempo, credo, spero
e intanto…nulla

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...