testo x pensare

Artista: Frankie Hi-NRG MC
Album: Ero Un Autarchico
Titolo: Rap Lamento

Per fare una partita alla "Repubblica" occorre essere iscritti a una compagine politica:

ce ne son decine tra cui scegliere a seconda del colore (anche se ultimamente il nero va per la maggiore).

Una volta che si è in squadra – o in squadraccia – è importante
aver le natiche al posto della faccia per riuscire a reggere la fase
atletica, con più tensioni: la campagna acquisti, detta anche "le
elezioni".

Caratteristica della "Repubblica" è di esser gioco a palla
multipla, ma senza limiti di numero, volume o qualità di sorta: ognuno
inventa le sue palle e poi le spara a propria volta.

E il pubblico pagante che finora è stato zitto decide chi tifare,
esercitando un suo diritto, credendo a quelle palle che lo fanno più
contento e premiandone l’autore con un posto in Parlamento.

Quando sei in cabina e giochi la schedina ricordati che sei la colonna di un sistema.

Valuta un po’ prima: rametto o bandierina? Scegli attentamente il tuo prossimo problema.

II Parlamento è uno stadio tutto pazzo: 2 curve a gradinate senza
un vero campo in mezzo, rinchiuse in 2 palazzi in cui s’attizzano gli
scazzi tra schiamazzi e rubamazzi, istituzionalizzando gli intrallazzi.

Si aprono le danze tra le squadre elette e parte il walzer delle
alleanze, in cui vengono stretti tutti i gatti con i sorci, i cani con
i porci, in quell’unico bestiario che dovrebbe governarci.

La maggioranza vince, il resto fa l’opposizione, un manipolo di
eletti forma una delegazione, va dall’arbitro sul colle per prestare
giuramento forgiando nuove palle da buttare in Parlamento.

‘Ste palle – dette "leggi", per via del peso scarso – avuto un
voto, un veto, un Vito ed un ricorso, galleggiano tra i banchi tutto
quanto il santo giomo: da destra a sinistra a destra e poi ritorno.

Quando sei in cabina e giochi la schedina ricordati che sei la colonna di un sistema.

Valuta un po’ prima: rametto o bandierina? Scegli attentamente il tuo prossimo problema.

Nell’ ultimo periodo il gioco è fatto statico, monotono, le palle
son talmente enormi che manco rimbalzano, ma schiacciano le regole e
all’ arbitro che estrae un cartellino danno pure del daltonico:
bazzecole, il peggio ha da succedere.

Qui stanno convincendo il pubblico a pagare senza scegliere,
abbonandosi al satellite e restando tutti a casa, usando il nome di
"Repubblica" per tutta un’altra cosa: uno sport che si gioca su una
piazza da un balcone, dove uno urla qualcosa e tutti gli altri che ha
ragione.

Brutta razza ‘sti tizi che in terrazza dirigon con la mazza un gioco in cui s’ammazza chi non si sollazza!

Da un bel pezzo c’è st’andazzo e non prendetemi per pazzo se
ipotizzo ‘ste compromissioni storiche, ma qui nel nostro Stato il
campionato vien giocato solamente da due squadre con le maglie
identiche.

Quando sei in cabina e giochi la schedina ricordati che sei la colonna di un sistema.

Valuta un po’ prima: rametto o bandierina? Scegli attentamente il tuo prossimo problema.

[ad libitum]

dimenticavo…testi da http://www.testimania.com

testi x questa notte folle

Artista: Marlene Kuntz
Album: Che Cosa Vedi
Titolo: La Canzone Che Scrivo Per Te

Non c’è contatto di mucosa con mucosa

eppur mi infetto di te,

che arrivi e porti desideri e capogiri

in versi appassionati e indirizzati a me;

e porgi in dono la tua essenza misteriosa,

che fu un brillio fugace qualche notte fa;

e fanno presto a farsi vivi i miei sospiri

che alle pareti vanno a dire "ti vorrei qua".

Questa è la canzone che scrivo per te:

l’ho promessa ed eccola.

Riesci a scorgerti? Sì che ci sei,

prima che ti conoscessi.

(Ora ho il tuo splendido sorriso da succhiare:

sfavilla di felicità.

L’osservo su dalla tua fronte vanitosa

che ai miei baci ha chiesto la priorità)

Pure frigid waters from these eyes that always miss you

Nothing but violence from my empty gun

I’m using silver to light up these blackheart faces

blinding your fingers with my skin that burns for you

Questa è la canzone che scrivo per te:

l’ho promessa ed eccola.

Riesci a scorgerti? Sì che ci sei,

proprio mentre ti conosco.

This song is for me

I listen like I promised you

I can see me in your words from hell

that you write for me

E ho le tue mani da lasciarmi accarezzare il cuore

immune da difese che non servono.

Ma ora ho in testa il viso di qualcuno più speciale di me,

che sa cantare ma ha più stemmi da lustrare di me…e questo è il tuo svago.

Per quel che mi riguarda sei un continente obliato.

Per quel che ho visto in fondo mi è piaciuto.

Don’t, don’t tell me. What you want from me

No, don’t tell me. I don’t wanna hear. Don’t tell me

Questa è la canzone che scrivo per te:

l’ho promessa ed eccola.

Riesci a scorgerti? Non ci sei più,

dopo che ti ho conosciuta

 
——————————–
Vallanzaska Cheope

Non distinguo le cose più banali

Voglio gli occhiali, voglio gli occhiali,

Io non vedo ad un palmo dal mio naso

Io vado a caso, si, io vado a caso!

Non distinguo le risa dai lamenti

Voglio le lentiiiiiiii!

Trovar le cose per me è un storia dura

La montatura

Vorrei vedere le piramidi di Cheope

ma sono miope, ma sono miope!

Sembra uguale la suora e la cubista

Dall’oculista, si! Dall’oculista

Ho pagato una siga lire 1000

le mie pupille, le mie pupille

M’hanno detto chi non rosica non risica

voglio una visita, fammi una visita

Sono inciampato su una zolla della Cirio

Voglio il collirio!

Vorrei vedere le piramidi di Cheope

ma sono miope, ma sono miope!

Mi hanno bocciato anche ‘sta volta alla patente

non hanno torto: non vedo niente!

Mi rifiutano anche di partire a razzo

non hanno torto: non vedo un cazzo

E tutti parlano del mio sguardo magico

non hanno torto: sono un po’ strabico

E poi confondo Berlusconi con il male

ma questa volta è proprio uguale!

Vorrei vedere le piramidi di Cheope

ma sono miope, ma sono miope!

nn distinguo la rava dalla fava…ma…sarà la dava?
————————————————–
Artista: Marlene Kuntz

Album: Catartica

Titolo: Canzone Di Domani

Ecco di nuovo la storia (la stessa): O.K.

scopo coi giorni a venire ma non vengo mai

volo in un mare di stelle che sono i miei guai

Della gravità non mi ricordo più

se non mi tiri giù tu in volo resterei

cercami di più e poi vedremo se

in due c’è più tempo per ridere o per piangere

Questa è la storia di me che non vengo mai

parla di me e di una serie di difficoltà

ridistribuite a una parte di società

Introducimi come piace a me

è proprio quello che a me non riesce di fare

Introducimi come non piace a te

è proprio quello che a te non riesce di fare

Hey, penso che quanto detto è vero

(rispetto massimo per me)

Hey, penso che quanto detto è raro

(rispetto massimo per me)

Hey, penso che quanto detto è puro

(rispetto massimo per me)
—————————————
Artista: Marlene Kuntz

Album: Il Vile

Titolo: 3 Di 3

Che cosa importa se non ci credi che ti può piacere

Cosa comporta considerare se è vero amore oppure no

Non dare retta a te: gioca la matta e libera gli umori

Non dare retta a te: mettiti fretta che c’è da cominciare

Ci si può perdere: l’umido è cortina che ci ruba la città

Ti si può prendere? Foia è già da prima che golosa sgomita

3 animali così volgari e neppure pari

Tre di tre! la mischia gaia di vipere

C’è, come dire, questa cosa che scende e sale,

scende e sale

Balugina la magia di un groppo che è niente male da desiderare

Supersexysex al cubo: come va?

Ti suona bene? Ti suona regolare?

Supersexysex al cubo: come va?

Ti senti bene? Ti senti piu’ speciale?

3 animali così volgari e neppure pari

Tre di tre! La mischia gaia di vipere

mmm

ma porca paletta….
Mondo budello che tempo d merdaaaaaa(copyright shako…=D)
uffa…poteva essere mai?no..infatti…nn poteva essere…e si e no…
something in the way…mmm…no, meglio d no…sennò colo a picco
Over the hills and far away
yeahh!!!
arriva il cagazzo per privato…e io scappo…aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaah….
e io sto qui a minchionare invece d stare a studiare…bene bene…un giorno verrò punita per questo…mmm…miiih…che pauuuuuura!!!
vabbè….sfasamento preesame…ovvio no?
e poi..certe apparizioni improvvise..e altrettanto improvvise scomparse…MAH!

acqua e fuoco

mmm…a parte che nn ho un osso che nn m faccia male stasera…a parte che quando m ero decisa a ripetere come si deve ci si è messo l’allagamento…a parte che ho raccolto un centinaio d litri d’acqua…a parte che pareva nn finisse mai…a parte che la giornata è stata movimentata…a parte che in ogni caso sono riuscita a fare + d 200 pagine…a parte che era pure il compleanno d clara e la cena col casino che c’è non c voleva…a parte tutto ciò
va bene…un pochino meglio rispetto a ieri…
che c’entra il fuoco?
nn lo so….ma io nn brucio =)

down

lento andante……sottotono morente…m sento un pò così…capita…alti e bassi…li preferisco ai medi…che sono insapore e incolore…ma cmq…quando scivolo verso il basso è sempre triste…sarà il tempo….sarà che la gente è stupida…sai la gente è strana…
ma quella che conosco io è proprio fessa e stronza al contempo…sarà che il mondo va al rovescio…sarà che nn s vede la luce in fondo al tunnel…sarà quel che sarà…
sara svegliati è primavera…
essì…sembrava stesse arrivando la primavera e invece è da oggi pome che piove…ma nn un bel temporale liberatorio, a volte…una pioggia stupida e lasciva…sconsolata…
e io vado a fondo…
glu glu

waiting for the sun

vediamo se riesco a scaricare un pò d songs dei doors…

me possino…

voglia di studiare zero….
stase m’è venuto in mente che dopo la laurea(dicembre 2006?aprile 2007?) starò ferma fino a settembre…e sta cosa m ha dato la carica…m sn inebriata al pensiero della pausa..della "vacanza"(che poi sicuramente farò qualcosa)….
nn vedo l’ora!!!ma ora m devo impegnare alla grande……e che palle però….
domani finisco di ripetere tutto…dopodomani scritto…e poi si ricomincia a ripetere fino a lunedì….uff….
vorrei che i giorni a casaglia fossero stati..10…100…1000
AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH

ora

ora sto qua, ferma, ascolto i nirvana…quanto m mancavano!!!
cerco d spegnere il cervello, d mettere a tacere quei pochi neuroni sopravvissuti alla catastrofe(ovvero la mia mente insana)
vorrei poter dividere le ore del giorno e pensare ad una cosa per volta…e invece no..penso a due miliardi di cose contemporaneamente, e spesso le une annullano le altre, e io rallento, o addirittura resto ferma…attenzione..rischio tamponamenti!!!!

il passato…

stamattina avevo fatto uno squillo a saro…sapendo che d domenica non lavora ogni tanto m faccio sentire….
d pome ero fuori a fumarmi una ciga quando squilla il cell…guardo…è lui….squilla, squilla, squilla…nn è possibile…lui non m chiamerebbe…mmm
aspetto un pò…e rispondo:Pronto?Pronto? e non sento nulla…chiudo
cerco d riprendermi e gli telefono…
dice che lui m aveva fatto lo squillo…ma è rincoglionito perchè deve aver lasciato la chiamata attiva…mah!abbiamo parlato giusto 5 minuti…lui lavora o fa finta cm sempre…=)…m ha detto che forse scende per pasqua…e che si fa sentire quando scende…e io:ma se ti fai sentire anche prima non m offendo mica!…ah ecco…
che duci…
mannaggia a me..ogni volta che lo sento m emoziono…e ripenso a quanto sono stata stupida….chissà….a volte i treni passano una seconda volta???è difficile, se non impossibile…
AAAAAAAAAAAAAAAAH

no

no no no…nn c siamo proprio..nn c sn proprio…ma sn stupida o cosa?che intenzioni avevo?
bah…m sn bevuta il cervello m sa….
stendiamo un velo pietoso….ragazzi…
e m capisco solo io, e manco del tutto..al solito