IT’S CHRISTMAS (17.30)

Il Natale è arrivato, con i soliti rumori vacui ed evanescenti.E’ obbligatorio far festa.
Poi la mente è attraversata da pensieri tristi, tristissimi, ma non importa, è Natale.
Io sto qui coi miei pensieri e quindi sola.
Tra un’ora sarò fuori, in mezzo alla gente, e quindi sola.
L’angoscia che riesce a mettermi questa festa è incredibile. Vorrei essere indifferente, giorni come tanti altri, ma nn c riesco. Il freddo, dentro e fuori, congela tutto:le parole, i pensieri, le idee. Un blocco totale.
La ribellione del corpo parte dalla testa. Dolore, insistente, tanto inutile quanto inibitore, impedisce di far qualcosa.
E invece continuare, come niente fosse, a fare quel che si deve fare. E’ Natale. Auguri, regali, cazzate varie.
Continuo a sentire le voci che non m piacciono, da cui dissento.
Voci cariche di odio, incomprensione.
Voci della stupidità, della miseria umana.
Perchè lottare in questo mondo?
La risposta sta nella domanda.
Spegnere tutto è rinunciare.
Rinunciare è abbassarsi.
Abbassarsi è soccombere. Non si può.
Annunci

Un pensiero su “IT’S CHRISTMAS (17.30)

  1. Ciao, come mai questo post cosi disperato?Sembra ke vedi tutto negativo, ma magari negli altri sei piu ottimista,poi li leggerò perchè questo mi ha interessato molto. Se ti va passa dal mio blog, ti aspetto,ciaoooo:)P.S.: la mia email è andrea_mealli@hotmail.itSe ti va aggiungimi ai contatti cosi discutiamo meglio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...